Una APP per prenotare l’ombrellone con un click

A partire da Rimini e in tantissime altre spiagge da quest’estate è possibile prenotare  l’ombrellone o il lettino in spiaggia tramite una app che si chiama BeachAround.

Con un clic si può conoscere la disponibilità, scegliere la posizione e volendo indicare l’orario in cui si pensa di arrivare nello stabilimento.

Alberto Parma, 29enne di Cattolica, è l’ideatore di questa nuova app ed  ha creato anche un vero e proprio sito per le prenotazioni che diventano ancora più facili da realizzare. Questa app è utilizzata ormai da migliaia di stabilimenti balneari in tutta l’Italia.

Alberto Parma, riguardo alla sua app afferma che “ci lavoravo da tre anni, dai tempi in cui ancora frequentavo l’università, la Iulm a Milano. Ho deciso di ultimarla in questi mesi, perché ho capito che poteva diventare uno strumento piuttosto utile, in tempi di Covid. Ho creato un gruppo di lavoro, di cui fanno parte Filippo Vannoni , Davide Cesarini, sammarinese, giocatore della nazionale biancazzurra, e un imprenditore di Vicenza, Alberto Beltrame“.

La app è molto semplice da utilizzare: non bisogna scaricare nessun programma sul telefono, né tanto meno registrarsi. Basta avere una connessione a internet per collegarsi al sito.

Parma e i suoi collaboratori hanno creato (con la collaborazione di un’azienda di software di Arezzo) un sistema che permette ai clienti di mettersi in contatto diretto con i bagnini. In pratica: prima si scelgono lo stabilimento e il giorno o il periodo, poi il lettino o l’ombrellone con un semplice clic.

Se il posto scelto in spiaggia non è disponibile si riceve una comunicazione dalla spiaggia.

Si può chiamare direttamente il bagnino. Anche in questo caso, se ci connette tramite il telefonino, basta un clic per chiamare”.
I pagamenti si fanno invece direttamente al bagnino.

Inoltre vengono fornite numerose informazioni utili: si può scegliere infatti lo stabilimento balneare non solo in base alla località, ma anche ai servizi che ciascuno offre, dai campi sportivi alle piscine ai giochi e all’animazione per bambini. E sempre tramite Beacharound si può sapere quali sono le spiagge dog-friendly, che accettano i cani.
Sono quasi settemila gli stabilimenti interessati, molti sono in Liguri ed in Toscana.

Si sta sviluppando Beacharound anche per la gestione delle spiagge libere, per dare la possibilità di prenotare come negli stabilimenti balneari.

Grazia Crocco

Condividi l'articolo

Grazia Crocco Autore