SONY realizza la prima camicia col condizionatore incorporato

Si chiama Reon Pocket, ed è stata progettata dai tecnici Sony la prima  T-shirt dotata di condizionatore che riesce a raffreddare la temperatura corporea anche di 13 gradi centigradi.

Al momento la maglia refrigerante è in fase di crowdfunding ( raccolta fondi) in Giappone, con l’obiettivo di raggiungere quanto prima la commercializzazione.

Il costo base, al momento, è di circa 120 euro, ed i primi esemplari dovrebbero essere spediti a partire da marzo 2020.

E’ possibile per chi ne possederà una di aumentare o diminuire la temperatura corporea a comando.

Si può controllare grazie ad una app apposita dello smartphone.

In questa estate, in cui si sono sfiorate temperature di 40° in molte parti d’Italia, avrebbe effettivamente fatto comodo.

Al momento, va detto si tratta solamente di un prototipo testato in laboratorio – con ottimi risultati, c’è da dire – e in fase di crowdfunding in Giappone. Se si trovano i fondi per finanziarla e se le sperimentazioni vanno bene potrebbe essere una fantastica invenzione di aiuto a molte persone , in particolare ai lavoratori molto esposti al caldo.

Il segreto di questa camicia sta in un piccolo dispositivo smart dotato di connettività Bluetooth e sincronizzabile con lo smartphone. Grande come un portafogli e con un peso di soli 85 grammi, questo condizionatore portatile va sistemato in un’apposita tasca posta subito dietro il collo, tra le due scapole. Da qui, il dispositivo può sia rinfrescare chi indossa la maglietta (abbassando la temperatura corporea anche di 13 gradi centigradi) oppure riscaldare nel caso fuori faccia troppo freddo (in questo caso guadagnerà 8 gradi in più).

Grazie alla connettività Bluetooth, inoltre, Reon Pocket si può sincronizzare con lo smartphone e, grazie all’app sviluppata da Sony, controllata anche a distanza.

Dall’interfaccia grafica l’utente potrà decidere se aumentare o diminuire la propria temperatura corporea, indicando la temperatura desiderata. Reon Pocket è alimentato a batteria e, stando a quanto dichiarato da Sony, ha un’autonomia di 24 ore.

Il futuro degli indumenti passa anche da qui.

Grazia Crocco

Condividi l'articolo

Grazia Crocco Autore