A Rapallo i primi camerieri robot

E’ in Liguria che si sta sperimentando per la prima volta l’utilizzo di robot al posto dei camerieri umani.

Precisamente si potranno incontrare andando al ‘Gran Caffè Rapallo’, che si trova di fronte al mare.

Questi nuovi “ lavoratori” arrivano direttamente dalla Cina e sono diventati operativi dall’8 maggio.

Il proprietario del locale li sta per ora testando e saranno così i primi automi-camerieri della Regione.

Il robot denominato “Xiao Ai” gira fra i tavoli del ‘Gran Caffè Rapallo’, locale reso celebre dalla presenza di scrittori del calibro di Ernest Hemingway ed Eugenio Montale, che qui amavano sorseggiare una bevanda guardando il mare.

Xiao Ai sembra uscito da un film di fantascienza. Nel locale ce ne sono due, che divertono, clienti e curiosi.

Xiao Ai significa ‘Piccoli amori’, e per coloro che vengono al bar si possono ammirare i 2 robot portare ai tavoli un cappuccino o una spremuta d’arancia.

I clienti scelgono le pietanze dal menu, e poi le ordinano ai camerieri in carne e ossa. I due robot, invece, attendono nella zona cucina: quando la comanda è pronta, viene posato il piatto sul vassoio e i dipendenti premono sullo schermo del robot il numero del tavolo a cui l’ordinazione viene recapitata.

Gabriele Hu, 30 anni, titolare del Gran Caffè Rapallo, ha montato i robot ed ha iniziato i test sulle due macchine. La robotica è il futuro ma anche il presente. Il titolare del bar è certo che sarà un successo.

Grazia Crocco

Condividi l'articolo

Grazia Crocco Autore