Pasta, vino ed olio: l’export cresce.

prodotti-mix.jpg

Sempre più persone in tutto il mondo amano sedersi davanti ad un piatto di pasta e un buon bicchiere di vino. Questo è quello che ci dicono i dati dell’ultima analisi Istat sull’export dei prodotti alimentari made in Italy: +12,6%. È il vino il prodotto più esportato con valori incrementati del 5,4% in Giappone e del 71,5% in Russia. Fa la sua parte, nell’apparecchiare col tricolore le tavole del nostro pianeta, anche la pasta che, secondo un’analisi di Coldiretti, vede crescere le proprie esportazioni del 27%. Ad apprezzare di più i nostri primi piatti sono gli USA, Paese verso il quale le esportazioni sono cresciute addirittura del 61%. In salita anche le esportazioni di ortofrutta fresca e naturalmente del condimento italiano per eccellenza: l’olio d’oliva. La dieta mediterranea è, dunque, sempre più gradita all’estero con un incremento delle esportazioni nei nuovi mercati extra-Ue del 5% annuo.

Il buon cibo Italiano, a quanto pare, fa bene non solo alla salute ma anche all’economia.

 Rosa Maria Rubino

 

Condividi l'articolo

admin Autore